Cos’è la Boiserie e come nasce

L’uso del legno per decorare le pareti ha origini antiche, una pratica nata per scopi funzionali: limitare la dispersione di calore. L’isolamento termico è sempre stato un problema delle case, il rivestimento in legno delle pareti nasce proprio da questa necessità.

La funzione della Boiserie
Castelli e palazzi del medioevo, in particolare nelle zone europee più fredde, erano sì dimore di lusso ma poco isolate: i muri e i pavimenti erano freddi, le stanze dai soffitti altissimi disperdevano il poco calore che i camini dell’epoca sapevano sprigionare. È qui che nasce la boiserie, una struttura che riveste con dei pannelli in legno le pareti e i soffitti degli ambienti per trattenere il calore.

Stili delle Boiserie
Dalle stanze private, alle sale di rappresentanza, qui oltre alle funzioni decorative e isolanti, il rivestimento aveva anche una funzione acustica, riducendo l’effetto eco.
Nei secoli si sono sviluppati vari stili con decorazioni più o meno ricche. Decorazioni in oro e bassorilievi del settecento, linee pulite e tinte scure del mogano per lo stile inglese, floreale a inizio novecento e semplice e natural oggi.

La boiserie oggi
Oggi le scelte per abbellire un ambiente con una parete decorata sono molte, i materiali utilizzabili sono i più disparati: dal legno alle carte da parati, ceramiche, gress, pietre e resina, ci sono pannelli in laminato o in pvc, in mdf, in gesso e ancora in fibra di bamboo. I contesti in cui si può trovare una boiserie o un rivestimento dei muri interni sono diversi, si può decorare qualsiasi ambiente della casa, si può inserire questo decorativo anche in progetti di arredamento contract e in tutti gli ambienti pubblici.
Le tipologie di rivestimento in legno principali sono tre: la perlinatura che consiste nel posare in verticale o in orizzontale delle liste di legno lunghe e strette; il rivestimento con doghe, un formato oggi molto apprezzato, un vero listone che spesso nasce per la pavimentazione; il rivestimento con pannelli, in questo caso non c’è una misura standard ma i pannelli sono scelti sulla base delle dimensioni della parete da rivestire.

I rivestimenti per pareti fonocorrettivi
Ci sono poi rivestimenti per pareti che nascono con lo scopo di migliorare il benessere acustico dell’ambiente, come ad esempio quelli della collezione Vertical di Skema che propone più soluzioni l’isolamento e la correzione acustica. Akustika e Fonika sono le due proposte progettuali che permettono di correggere la trasmissione del suono, il progetto unisce tecnologia e studio delle onde sonore alla cura dell’estetica.

Lascia un commento